Resilienza Territoriale

Nicolò Bianchini


Ciao Nicolò. Per prima cosa presentati ai nostri lettori: chi sei e di cosa ti occupi?


“Nicolò Bianchini, agronomo, sono socio insieme alla mia famiglia dei Muretti, cantina ed agriturismo in Valconca.

Dopo il liceo classico mi sono laureato in Ortofrutticoltura Internazionale all’università di Bologna con periodi di ricerca anche a Budapest e ad Adelaide.

Sono affascinato dalle diverse sfumature dell’agricoltura.

In definitiva, mi piace quello che faccio.

In Australia una coppia canadese mi disse che quello che vedono nei prodotti italiani è, in primis, un concentrato di passione.

Spero che l’esperienza dei Muretti sia essenzialmente questo”.

Durante i mesi del lockdown decreti e ordinanze in materia di Coronavirus hanno imposto delle serie limitazioni al mondo del lavoro e alla mobilità delle persone: come vi siete organizzati nella tua azienda per fronteggiare la situazione?

“I decreti relativi al contenimento del coronavirus per un certo periodo hanno cambiato radicalmente il lavoro presso la nostra azienda.

Se da un lato la parte agrituristica e ristorativa ha chiuso ancora prima dei decreti per senso di responsabilità collettiva la parte agricola non si è fermata o, meglio, non si è potuta fermare.

La cantina ha perso gran parte del lavoro dovuto appunto alla chiusura dei ristoranti presso i quali distribuivamo.

Abbiamo però messo in piedi un servizio di consegne a domicilio di vino e di cassette miste di verdura, uova fresche, olio, confetture.

Fortunatamente i collaboratori che ci aiutano in campagna abitano tutti nello stesso comune e possono venire al lavoro a piedi: un vero smart working”.

Si può dire che l’esperienza legata al Covid-19 abbia portato sotto certi aspetti alla riscoperta dell’economia locale e di vicinato? Puoi farci qualche esempio magari raccontando quella che è la tua esperienza diretta?

“Abbiamo avuto davvero tante richieste sia da parte di chi già ci conosceva che da parte di persone che ci avvicinavano per la prima volta e che ci hanno notato tramite i social.

In questo periodo di difficoltà per tutti noi, tante famiglie preferiscono favorire l’economia di prossimità piuttosto che grandi realtà multinazionali, sapendo che dietro un’azienda come la nostra c’è il lavoro e la passione nel preservare la terra e nel valorizzare i talenti di ciascuno.

Per i clienti abituali dei Muretti il nostro servizio ed i nostri prodotti profumano di una quasi normalità, una trait d’union in un periodo di vita che sembra sospeso.

Abbiamo, per esempio, ricevuto una richiesta da parte di una signora di Bologna per effettuare una consegna “a sorpresa” ai i suoi anziani genitori di Rimini, entusiasti ed emozionati per il gesto di affetto in tempo di quarantena, del quale noi siamo stati onorati messaggeri”

Abbiamo realizzato per te un test sulla Resilienza!

Il Coronavirus sarà uno spartiacque nella vita di tutti noi. Quali credi saranno i valori fondamentali una volta che l’emergenza sarà passata soprattutto dal punto di vista di una piccola/media azienda come la tua?

“Resterà, dopo questo periodo, il senso di essere Comunità, di vicinanza, non fisica, ma nelle scelte di campo.

Una vera azienda Bio come la nostra ha e avrà la missione di produrre in modo sostenibile, ma anche di parlare alla gente con i nuovi mezzi di comunicazione e, quando possibile, di tornare ad esprimersi con una stretta di mano o un abbraccio.

Si proseguirà nella ricerca di prodotti veri per una cucina genuina, saporita, democratica come è sempre stato ai Muretti”

Nicolò Bianchini

#Resilienza #collaborazione #imprenditori #territorio #etica

 

 

E tu puoi contribuire allo sviluppo di una Cultura basata su:

Idee Condivisione Valori

Test Resilienza

Scopri quanto sei Resiliente!

Fai il test e ti diremo il tuo livello di Resilienza e come migliorarlo