Resilienza Territoriale

Resilienza ed ironia per battere il Coronavirus.

E’ la filosofia di Lucio Gardin, comico, autore, giornalista e regista, speaker dell’edizione 2018 del TEDxCoriano.

Il mondo dell’imprenditoria vive un periodo particolarmente complicato: credi che ‘comicità’ ed ‘ironia’ – che sono due delle tue armi vincenti – possano aiutare le persone a superare questo difficile momento?

“Sì ne sono convinto.

L’ironia è il passepartout del cameriere d’albergo: ti permette di entrare ovunque.

Non solo serve nel mondo del lavoro ma anche nei rapporti interpersonali, per smussare contrasti o incomprensioni.

Mi piace immaginarla così: l’ironia è quella cosa che, in un duello medievale, avrebbe fatto abbassare la spada al tuo rivale per dirti “ma come si fa a ucciderti?”.

Anche se, probabilmente all’epoca o tenevi in mano la spada o usavi l’ironia, non avevano abbastanza neuroni per fare entrambe le cose.

Nel mondo del lavoro l’ironia è una marcia in più per avvicinarsi alle persone.

Ti faccio un esempio.

Due dirigenti d’azienda entrano in riunione per sciorinare una serie di dati negativi.

Il primo entra con la faccia tesa e parte subito con i numeri, il secondo esordisce dicendo “Scusate il ritardo ma stamattina mi sono entrati in azienda due malviventi travestiti da finanzieri.

Quando ho scoperto che erano solo ladri, abbiamo tirato un sospiro di sollievo”.

Secondo te, quale dei due risulta più gradito alla platea nonostante i dati siano gli stessi per entrambi?

Questo perché l’ironia crea empatia, che è il primo passo per conquistare la fiducia di qualcuno.

E una volta conquistata la fiducia, piazzare una vendita o instaurare una collaborazione è molto più semplice”.

Puoi raccontarci qualche episodio della tua vita legato al tema della Resilienza e quanto essa è stata importante per la tua crescita?

“Ce ne sono tanti.

Ricordo quando a vent’anni lasciai il mio paese in Trentino per andare a Roma dove non conoscevo nessuno e non avevo nemmeno da dormire, eppure mi fermai a Roma a lavorare per oltre un anno.

Senza resilienza sarei tornato a casa due giorni dopo.

Posso dirti che ancora oggi, ogni volta che ricevo un rifiuto sono portato a rimettere in dubbio tutto, e questo resetta ogni convinzione, e da lì devi ripartire.

Con resilienza.

Se ci pensi, la resilienza è il comun denominatore di chi ce l’ha fatta.

Perché di certo ci sarà qualche fortunato che nella vita ce l’ha fatta senza conoscere la resilienza, ma non c’è nessuno che abbia messo in atto la resilienza e poi non ce l’abbia fatta”.

Puoi parlarci del tuo nuovo progetto e darci qualche dettaglio in anteprima?

Volentieri.

E’ un progetto originale di terapia musicale rivolto agli anziani, ma non solo.

Sono sempre più numerosi gli studi e le esperienze che attestano l’utilità dell’utilizzo della musica per sostenere le persone anziane, soprattutto chi vive l’ultima parte della vita in istituto.

La musica è un piacere momentaneo che non richiede sforzo di apprendimento.

Se poi si tratta di musica legata ai ricordi di gioventù, i benefici raddoppiano.

Riportare alla memoria le canzoni, il modello di società, lo stile di vita, gli oggetti oggi vintage che gli anziani usavano a venti o trent’anni (i Beatles hanno segnato la storia dalla fine degli anni ’50 ai primi giorni del 1970), può aiutarli ritrovare nuova energia.

Oltre alla musica dei Beatles ci sarà anche tanta ironia perché la risata è importante per tutti, figuriamoci per chi non ha niente per cui stare allegro.

Ridere migliora i legami interpersonali e aiuta a sviluppare sentimenti positivi originati dalla sensazione di appartenenza”.

Quali consigli ti senti di dare agli imprenditori messi alle strette dall’emergenza Coronavirus?

“I diversamente giovani ricorderanno una pubblicità degli anni Sessanta dove l’attore Ernesto Calindri seduto a un tavolino in mezzo al traffico diceva “fermate il mondo voglio scendere”.

Correvano gli anni sessanta. Eccoci serviti.

Ora il mondo si è fermato.

Certo, doveva girare parecchio veloce se ci ha impiegato sessant’anni a farlo. Ma c’è riuscito.

Ora sta a noi capire la lezione.

Possiamo scegliere se approfittare di questo stop per guardarci allo specchio e, oltre alla resilienza metterci anche l’anima, oppure se imprecare per il fatturato perso.

Negli ultimi anni abbiamo pensato unicamente al “core business” perdendo di vista il cuore delle persone…

Non rendiamo inutile lo stop a cui questa emergenza ci ha costretti”.

#Resilienza #collaborazione #imprenditori #territorio #etica #sport #coronavirus

***********

Lucio Gardin

Da dodici anni scrive un editoriale umoristico a cadenza settimanale su l’Adige, il primo quotidiano del Trentino Alto Adige. Ha realizzato vari programmi radio e TV per le maggiori reti tra cui: “Yogurt”, “La sai l’Ultima?”, “Striscia la Notizia”, “Bim Bum Bam”, ecc..

Ha lavorato alla realizzazione di testi, layout e story board in vari spot radiotelevisivi tra cui: Agip, Fiorucci, Danone, Torre in Pietra, Monte dei Paschi, Surgela, Italgas, Opel, Ferri.

E’ stato testimonial mondiale (cartellonistica e stampa) per le lampade Philips. Dal 2015 è la voce ufficiale nel programma MATRIX CHIAMBRETTI (CANALE 5). E’ stato protagonista di 22 spot pubblicitari sulle TV nazionali e molti altri sulle reti minori tra cui: Lavazza, Mercedes, Wolkswagen, Banca Intesa, Carrefour.

Ha vinto cinque Festival Nazionali del cabaret ed ha partecipato a vari programmi TV: “Gnu”, “Cuochi d’Artificio” (RAI 3), “Seven show” (ITALIA 7), “Caffè Teatro Cabaret”. Con il personaggio del FUNNY MANAGER lavora come formatore aziendale e motivatore emozionale per varie aziende ed enti.

E’ nel Guinnes Mondiale col record di maratona della risata (35 ore di cabaret no stop senza mai scendere dal palco) stabilendo il record mondiale di categoria ad Andora. Come sceneggiatore ha scritto diverse sitcom: “Il mammo”, “Casa Vianello” e “Finalmente soli” (Canale 5), “Stupido Hotel” (RAI 1), “Quelli dell’intervallo” (Disney Channel).

 

E tu puoi contribuire allo sviluppo di una Cultura basata su:

Idee Condivisione Valori

Test Resilienza

Scopri quanto sei Resiliente!

Fai il test e ti diremo il tuo livello di Resilienza e come migliorarlo