Resilienza Territoriale

Ciao Samuele. Per prima cosa presentati ai lettori. Chi sei e di cosa ti occupi?


“Mi chiamo Samuele Trento e sono il padre di due frugoletti che amano giocare con me sull’erba del prato di casa.

Ogni volta che ascolto una nuova notizia sul riscaldamento globale, sullo scioglimento dei ghiacciai e sul mutamento climatico mi domando fino a quando potrò continuare a giocare all’aria aperta coi miei bambini.

Oppure se loro stessi potranno farlo a loro volta con i loro figli, o se invece non proveranno mai questa gioia immensa.

Ma sono anche un ingegnere e titolare d’azienda, perciò ho dedicato tutta la mia carriera all’applicazione delle più avanzate tecnologie che possono aiutare questo nostro pianeta in difficoltà.

Volevo fare qualcosa di concreto, con un vero impatto significativo per l’ambiente.

Quindi ho concentrato i miei sforzi nella ricerca di qualcosa che fosse facilmente adottabile dal maggior numero di persone, con il minimo sforzo iniziale e il massimo beneficio a lungo termine.

Una soluzione che permettesse di riscaldare casa senza utilizzare gas, gasolio o GpL.

E ho trovato la risposta alle mie domande nella tecnologia delle Pompe di Calore elettriche di tipo professionale.

Oggi sono presente in 9 regioni italiane con una rete di Partner installatori che hanno un’unica missione: La tua casa 100% elettrica, sfruttando il tuo impianto, anche se hai radiatori”.

Qual è stata l’importanza della Resilienza nella tua vita lavorativa e non? Puoi raccontarci un episodio significativo?

“8 anni fa, quando ho iniziato ad applicare la tecnologia 100% elettrica, mi ritrovavo a combattere contro la maggiorparte degli operatori del settore (progettisti e installatori) che non credevano alla trasformazione elettrica degli edifici esistenti perché “si è sempre fatto così” e mi trovavo a combattere DECENNI di vecchie convinzioni che riguardano caldaie a gas, stufe e bomboloni”.

Resilienza significa anche capacità di trasformare un problema in opportunità: condividi questa visione? In che modo sei riuscito a metterla in pratica?

“Certo, condivido a pieno.

Il mio problema stava nel fatto che ero una voce fuori dal coro.

E questo mi ha permesso di FARE LA DIFFERENZA e creare una cerchia di persone che credono in me.

Non basandosi solamente sulle mie parole, ma sui risultati che assieme ai miei partner abbiamo ottenuto.

Perciò sono diventato il più tenace divulgatore d’Italia sul tema delle Pompe di Calore professionali.

(E non lo dico io, ma gli oltre 10.000 iscritti che ogni settimana seguono i miei contenuti)

Scrivo articoli sui portali di edilizia sostenibile più accreditati.

Sono autore di 2 libri sul mondo delle Pompe di Calore.
Curo un blog di approfondimenti con migliaia di lettori ogni mese.


La mia Accademia per installatori, nella quale insegno ad aule piene di tecnici quali apparati utilizzare per ogni impianto specifico, fa il tutto esaurito ad ogni lezione.

Ho creato un software che permette di calcolare quanto risparmio consente un impianto con Pompa di Calore prima di realizzarlo (ma di questo ti parlerò meglio tra poco).

Vengo invitato come relatore agli eventi degli ordini professionali di architetti e ingegneri.

Tengo sessioni online di domande e risposte aperte al pubblico per chiarire ogni dubbio degli utenti che si rivolgono a me per abbattere i costi e l’inquinamento causato dalla propria abitazione”.


L’attuale emergenza Coronavirus ha obbligato tanti imprenditori e professionisti a reinventarsi o a proporre nuove soluzioni. Tu in che modo lo stai facendo?

“L’emergenza mi ha costretto a fermarmi nell’attività operativa di trasformazione delle case.
Ma ha messo in moto il mio cervello che lavora giorno e notte.
Per questo ho anticipato l’Accademia per professionisti che mi vedeva impegnato in diverse tappe tra Veneto, Toscana e Lombardia e l’ho trasformata in Accademia online.
Tradotto in soldoni: invece di fare 3 lezioni ripetute in diverse località che mi avrebbero impegnato tutto l’anno, in 45 giorni ho sfornato 15 lezioni per 70 professionisti con cui condividiamo le dirette quasi tutti i giorni”.

Inoltre sono partito con una serie di Podcast intitolata “Vivere Senza gas” che sta riscuotendo un ottimo successo sulle piattaforme tipo Spotify, Google Podcast, Apple Podcast…”

Puoi anticiparci qualcosa dei tuoi progetti futuri?

“Ci sono molti progetti in tasca ma aspetto il lancio ufficiale prima di espormi. Comunque la parola d’ordine è Aiuto alle famiglie”.

Samuele Trento

#Resilienza #collaborazione #imprenditori #territorio #etica

 

 

Abbiamo realizzato per te un test sulla Resilienza!

E tu puoi contribuire allo sviluppo di una Cultura basata su:

Idee Condivisione Valori

Test Resilienza

Scopri quanto sei Resiliente!

Fai il test e ti diremo il tuo livello di Resilienza e come migliorarlo